isola

Estati trascorse in campagna, vicino al mare, vivono ancora nel riflesso del mio sguardo infantile, pieno di stupore.

Era quello un mondo assorto, popolato da grilli e cicale, da formiche e lucertole, su cui si spandeva il profumo degli alberi di fico, dei limoni e dei gelsomini, portato più intenso dal vento tra i rami degli ulivi. La mia isola è una memoria e la memoria è la mia isola, avvolta nel riverbero del sole.